Prince > Milano > 1988



28 anni fa, nel 1988 Prince.
Concerto a Milano.
L'unico suo che ho visto. Però indimenticabile.
Sheila E, una tipa nera bellissima e tostissima alla batteria.
Lui, ciao.
Ricordo di aver pensato, seriamente: Prince sta suonando proprio per me.
Questo sentivi in quel concerto, che lui stava suonando per te, non per tutti, non per chiunque, ma proprio per te in mezzo a tutti.
Un privilegio.
verso la fine, verso la fine dei bis, verso la fine di tutto, da dov'ero vedo una grande mercedes scura scendere in retro una rampa che porta al lato del palco. Portiere aperte, movimento di grossi tipi neri vestiti di nero, i fanali rossi dello stop. Intanto c'è il bis del bis del bis, le ultime note, l'ultimo urlo....la gente in delirio, Prince molla il microfono, tutte le luci off, buio pesto per una frazione di secondo, ma io la vedo benissimo, in controluce, la sua sagoma, infilarsi nella macchina nera che in un attimo è fuori dal Palatrussardi.
Privilegio.
La gente grida, lo vuole ancora, ma io lo so che lui non c'è più.

Che strana sensazione. Un esaltante abbandono. Un senso di vuoto pieno di adrenalina...

Niente macchina fotografica, niente smartphones all'epoca.
A casa provo a disegnare la scena, sto fino all'alba, ma il disegno resta incompiuto.

Tanti anni dopo ci riprovo con una foto di moda: la rampa sale invece di scendere, è giorno invece che notte, la ragazza non è Lui, insomma è tutto diverso, ma l'ispirazione è quella.

Thanks Prince...



Here top:
Io Donna
2006
Styled by Silvia Meneguzzo

Click on the pictures to enlarge.

2 commenti:

Antonio Pintus ha detto...

Forma e sostanza. Ammirazione pura.

Matteo Oriani ha detto...

Bravo, Toni, come sempre. C'ero anch'io quella sera ed è stato bello ritornare là accompagnati dal tuo racconto.