Was nice to be there: the international motorcicle fair (EICMA) in Milano.







Milano 9 Novembre 2008

C'è il signore un pò pacioso e sovrappeso sulla Guzzi, quello con i capelli lunghi e i tatuaggi sulla Harley, il tipo sui trenta secco e nervosetto che si sdraia sul serbatoio della R1, c'è la ragazzina sulla Yam 125 che si fa fotografare dal fidanzatino. Ognuno "mette in moto" la sua fantasia e si siede a turno sul suo giocattolone (muto e, ahimè, ancorato a terra) con un effetto un pò surreale: manca solo di fare "bruuuuummm" con la bocca.
Roba da bambini grandi al quale non mi sono certo tirato indietro, con l'aggravante di esserci andato, volutamente da solo, per godermela proprio tutta.

Dall'alto alcuni dettagli: La BMW SBK che sarà di Xaus, il prototipo Honda Vfour, Un pezzo di motore Yamaha (ma non ricordo più di che modello), una MV F4 tutta in carbonio, il motore del nuovo V-Max, mentre qui sotto una delle moto che mi sono piaciute di più: un prototipo Honda da 1100 cc, quattro cilindri in linea, scarico 4 in 1, manubrio sportivo e mezza carena. semplicissima e molto bella.


3 commenti:

lo-spazio.it ha detto...

La honda con i 2 piccoli fari è semplicemente fantastica!! ciao Tony
Davide

Toni Thorimbert ha detto...

sono contento che sei d'accordo, conta che la foto non rende davvero e che con qualche accessorio aftermarket giusto (specchietti frecce e scarico potrebbe diventare davvero giusta. Un'altra da morire che ho visto era il triumph trux preparata da gara (il trofeo truxton, appunto)cattivissima, senza cupolino con solo un tondo di metallo davanti al posto del faro per il numero da gara: da paura!. Ciao spero ci vediamo presto, un abbraccio Toni

Rocket68 ha detto...

Scelta normale e condivisibile , i saloni vanno visti da soli , senza impedimenti esterni in modo da saltare da uno stand all'altro senza rallentamenti e per poi soffermarsi a lungo di fronte al sogno a due ruote che ha ti rapito lo sguardo e il cuore