An exhibition celebrate the work of the late Aldo Bonasia, one of the best italian photojournalist of all times.



Milano, Marzo 2009

Si apre Giovedì 19 marzo alla galleria BelVedere di Milano la mostra di Aldo BonasiaAnni settanta”.

Sono stato uno dei suoi giovanissimi fotografi, all'agenzia "DFP" ma Aldo era proprio un'altro pianeta...e comunque, mi è difficile riuscire a raccontare il suo carisma, chi era e come e perchè ci ha lasciati.
E temo sia impossibile, per chi non c’era, capire com’erano diverse allora le persone, il senso della vita… e quello della morte.

Credo sia una mostra da vedere. La semplicità e la limpidezza del suo sguardo devono essere ancora celebrate e ricordate.

Lascio volentieri la parola a Giovanna Calvenzi e ad alcuni brani tratti dal suo testo per la mostra.

“Aldo Bonasia è passato come una meteora nel cielo turbolento ma vitale del fotogiornalismo italiano degli anni Settanta.
Anni che vedevano le piazze delle città italiane affollate di giovani e meno giovani che protestavano, che chiedevano, che volevano il possibile e l’impossibile.
…E che vedevano nascere, direttamente dalla strada, una generazione di giovani fotografi impegnati con il loro lavoro a tentare di “cambiare il mondo”…..

…In ogni situazione, di conflitto o di dibattito, ecco comparire, prevedibile e imprevedibile, la figura sottile di Aldo, i suoi jeans, i suoi stivali da cow boy, le macchine sempre al collo, i capelli scuri e svolazzanti, più veloce di tutti ad arrivare e a scomparire….

…Non conosceva la paura. Si infilava rapido fra i manifestanti, davanti alla polizia, sfidava sassi e lacrimogeni, sempre con una sorta di sorriso sghembo, non ho mai capito se ironico o incurante...

…Dopo il 1982 di lui si perdono le tracce. Qualche lettera da lontano, ritorni milanesi con una dichiarata e improbabile voglia di ricominciare…
Rimangono i ricordi di chi lo ha visto correre nelle piazze, veloce ed elegante, all’inseguimento di se stesso.
Di chi ha imparato da lui a “vedere” e il rimpianto per il suo passaggio troppo veloce sulla scena della fotografia e della vita…

…Rimangono le sue fotografie, capaci per sempre di restituirci la sua voglia disperata di raccontare le sue esperienze vissute fino in fondo. “

Giovanna Calvenzi.




Top: Photographer Aldo Bonasia (center) in a beautiful portrait shot by Giovanna Calvenzi at the Re Nudo Rock Festival, Parco Lambro, Milano, 1976

Aldo Bonasia
“Anni settanta”
A cura di Roby Schirer con Davide Bonasia

Galleria BelVedere
Via Santa Maria Valle 5
Milano
www.belvedereonlus.it

La mostra rimane aperta dal 20 Marzo al 30 Aprile 2009
Da martedì a domenica. Ore 13_20 Ingresso libero.



Click on the pictures to enlarge.

1 commento:

Chiara Bonasia ha detto...

Grazie per le belle parole sul mio papà. Anna Chiara Bonasia