Artists and kids: "Style Piccoli" magazine, an exhibition at Pitti Bimbo in Florence, and soon an auction...

Selezionati dal critico e curatore Gianluca Marziani, undici artisti italiani si sono fatti fotografare, da me, con figli, nipoti, figli di amici...e insieme ai bambini ( come si dice...a quattro mani...) hanno prodotto altrettante opere che saranno presto vendute per beneficenza, e risposto senza remore ad alcune importanti domande a proposito di infanzia, creatività, e consapevolezza artistica. Il risultato in queste pagine pubblicate su Style Piccoli ora in edicola:



Emma e lo zio Velasco.



Matteo Basilè con il fratellino Leon, Cristiano Pintaldi con Adriano e India.



Luca Pignatelli con Ercole e Beatrice, Adrian Tranquilli con suo nipote Matteo.



Daniele Galliano con Maria e Caterina, i Masbedo con Pietro, figlio di Jacopo Bedogni.



Robert Gligorov con Mila e il bassotto Margie, Alberto Di Fabio con Taro e Mari.



Paolo Canevari con la nipote Angelica

"Coppie dal vero" photographed by Toni Thorimbert for Style Piccoli magazine.

Qui sotto invece (come magistralmente documentato dal mio inviato speciale, Settimio Benedusi) uno scorcio della mostra allestita da Style Piccoli nel salone d'ingresso di Pitti Bimbo, a Firenze.



Here above: photo by Settimio Benedusi

Click on the pictures to enlarge.

7 commenti:

settimio ha detto...

è mica stato facile!
ho dovuto: andare alla exit a milano, noleggiare una sinar 10x12, prendere un mega cavalletto, andare a parigi per comprare una scatola di polaroid 59 ma ce n'era solo una e ce la siamo giocata io e roversi ed è scattata una specie d'asta dove lui rilanciava come un pazzo urlando che doveva fotografare (CON L'ULTIMA POLAROID DELLA TERRA!!!!), carla bruni e il suo maritino, e io che urlavo che dovevo fotografare una cosa MOLTO più importante, e alla fine 'sta cavolo di ultima polaroid al mondo l'ho strappata per una cifra che manco ti dico, e poi metti tutto in bolla bello preciso, e poi fai l'esposizione con il sistema zonale di A.A. e poi paga l'occupazione di suolo pubblico al comune di firenze per il mega cavalletto...insomma, per farla breve, un bel casino...
ma alla fine ci sono riuscito, per l'amico toni questo ed altro: la pola c'è!

non è vero niente: l'ho fatta con l'iphone...
;)

Toni Thorimbert ha detto...

credevo che l'avevi fatta con la polaroid 50x60...a giudicare dai bordi...ma esiste un Iphone 10x12?

ClaudeRizzolo ha detto...

ah ah ah!!!! l'iphone 10x12!!! la pola 59!!!

ragazzi! qui se uno non ha fatto un corso di fotografia non capisce una sega di quello che state dicendo!!!

Matteo Oriani ha detto...

Caro ClaudeRizzolo, hai ragione: pochi possono capire! (ma tu, quanti anni hai???) Oggi, appena letto il divertente commento di Settimio, volevo scrivergli un piccolo messaggio (non ho avuto il tempo, lo faccio ora) invitandolo, per la prossima occasione, a chiedere a noi l'attrezzatura giusta senza scomodarsi a chiamare Exit o viaggiare fino a Parigi e litigare con altri fotografi per un pugno di pola. Un banco 20X25, qualche 809 scaduto e lo sviluppatore Polaroid potevo offrirlo a gratis. Infatti, pur essendo ateo, ho ricevuto un'educazione cattolica e sono sempre pronto ad aiutare il viandante bisognoso!
Comunque, a parte gli scherzi, mi è venuta la nostalgia e sono andato nella polverosa camera oscura del mio studio e ho ritrovato chassis, scatole di pellicole 20x25, pola 809 scadute. E nella cassaforte ho toccato i banchi 10x12, 20 x 25, le Nikon F3 col motore, l' 85 mm Nikon....tutto giace lì, inutile, abbandonato, senza valore. Credevo di essere sempre stato insensibile al fascino dell'attrezzatura fotografica, alle prestazioni, alle caratteristiche. Ho sempre considerato le macchine fotografiche e come semplici strumenti di lavoro, niente di più. Ma adesso assumono un nuovo valore. Quei vecchi cari aggeggi obsoleti chiusi, nascosti in cassaforte, non hanno nessun valore per nessuno a parte per me. Per una parte di me. Starò mica invecchiando?
E se un giorno un matto "fotografo di donne nude" ne avesse bisogno per fare la foto da mandare ad un amico comune, o per qualsiasi progetto avesse in mente, beh, sarebbe bello affidargli, in rigoroso prestito, tutta quella roba. E lasciare, per una volta, a casa iPhone, G11 o che.
Un abbraccio a tutti.
p.s. Settimio: ho comprato la G11 come mi avevi suggerito quella sera a Modena, ti ricordi? E' una figata!

settimio ha detto...

@ toni: l'iphone 10x12 c'è eccome, il problema è che non entrano i caricatori della pola!

@claude: robe esoteriche di noi vecchietti (vecchietti?!?!) della fotografia...

@matteo: qui lo dico e qui lo nego: non vedo l'ora di avere settant'anni e rispolverare banchi ottici vari, mettermi sotto il telo nero e scattare con il flessibile!
ps: la G11?!?! io e toni siamo fermi alla G10! :(

ClaudeRizzolo ha detto...

Settimio, Matteo, non preoccupatevi. Non é roba da vecchietti! Dal basso dei miei 27 anni (io sí che sono un giovane!)tengo gelosamente custodita una Toyo 4x5, con tanto di caricatore pola 545 e negativi che riposano nel frigorifero di casa...
Arriverá il momento di poter riutilizzare il tutto... Teniamo duro!!! e nel frattempo inganniamo le folle con le applicazioni iphone! ;-)

Toni Thorimbert ha detto...

la Canon del vicino è sempre la più nuova...