Viva Italy! "Style" magazine celebrate 150 years of Italy as one country.









Sono cresciuto in tempi, gli anni settanta, in cui il tricolore era sbandierato solo dalla destra estrema o sventolava, piuttosto mesto, solo fuori dalle sedi dell'istituzione.
Non roba per me, quindi.
Poi, qualcuno l'ha sdoganato: Il calcio, credo. Abbiamo vinto un mondiale nell'82 e il tricolore si è ripreso la piazza.
Quest'anno poi è il suo trionfo, dato che, come tutti sanno, si celebrano i 150 anni dell'Italia unita.
Sembrava quindi ovvio fare un servizio di moda che, attraverso lo sventolio dell'amato vessillo celebrasse l'arte italica della moda.
Mica semplice però. A parte qualche disavventura con i modelli (che non sembravano italiani, forse perchè non lo erano) alla fine fare una foto di moda con il tricolore si è rivelata un'ardua impresa. Non tanto, come io immaginavo, per problemi di... vento, ma piuttosto perchè la sua iconografia è strettamente legata ad eventi che con la moda non c'entrano niente.
Per farla breve, nessuno si offenda, ma in fotografia la bandiera italiana (specie per colpa del verde) è un pò chip.
Alle tre di pomeriggio, dopo aver cambiato luce trequattro volte ( su fondo bianco, giuro, non si poteva guardare) provato con la bandiera piccola poi con quella media poi con quella grande, abbiamo trovato il nostro "vento a favore" e ripescando un quid un po' alla Bill King, abbiamo scattato la serie di cui vedete un estratto pubblicato qui sopra.
Qui sotto invece "solo" un paio di immagini dal backstage.
D'altra parte il pur capace Rizzolo ha solo due mani, ed erano entrambe impegnate a far sventolare ad arte il fiero drappo.





Style magazine
January Issue
"Stile Italia, da 150 anni."
fashion editor: Luca Roscini
Model: Stefano Sala @ Fashion
Grooming: Roman Gasser

Photographed by Toni Thorimbert
Backstage photography by Claudio Rizzolo.


Click on the pictures to enlarge.

5 commenti:

db ha detto...

Con il grigio il tricolore stacca benissimo, complimenti Toni per l'editoriale, mi piace da morire la foto di apertura... magnifica!
Domenico

Sara Lando ha detto...

La luce sul tessuto della bandiera e' fantastica.
Credo che se mi avessero dato da fotografare il tricolore mi sarei limitata a rannicchiarmi in posizione fetale e piangere...

Frachirico ha detto...

Ehi scusate l'ignoranza...ma che intendi il verde in fotografia è chip?

Marié ha detto...

Sono fortemente nazionalista W l'Italia comunque e sempre e ovunque .....amo il mio paese...
questa piccola penisola cosi' tenera...cosi' ricca di storia...cosi' fortemente mia ...
le foto come al solito sono bellissime...vorrei avere il suo talento... la invidio un po'...

ascolto come al solito sakamoto...
ieri era il suo compleanno ed in onore di Ryuichi :

http://www.youtube.com/watch?v=DW7HfvTtAaQ&feature=related

Alessandro Bianchi ha detto...

In casi come questo per portare a casa un buon (e dico buono, ma questo è superlativo) sevizio bisogna veramente avere un paio di marce in più...
Come ho sempre sostenuto tu di marce in più ne hai molte.